Abs, settore in stress ma non previsti molti tagli rating-Fitch

mercoledì 16 settembre 2009 16:13
 

MILANO, 16 settembre (Reuters) - Il settore delle cartolarizzazioni dei crediti al consumo in Italia si è trovato in una fase di stress, ed è in vista un ulteriore deterioramento, con ritardi e default. Per i rating dei singoli portafogli è tuttavia prevista una certa stabilità.

È quanto emerge dal seminario 'Le cartolarizzazioni del credito al consumo in Europa' organizzato dall'agenzia di rating Fitch.

"Ci aspettiamo che, data l'attuale situazione di stress dell'economia, sia i portafogli di prestiti al consumo sia quelli di leasing, subiranno un ulteriore deterioramento. Si vedranno ritardi nei pagamenti in crescita e maggiori tassi di default", dice Michele Cuneo, responsabile team cartolarizzazioni Italia. "I portafogli più sensibili agli effetti della crisi sono quelli di leasing, in quanto hanno come debitori finali le piccole e medie imprese, che stanno attraversando un momento delicato".

Sebbene il mercato subirà ulteriori colpi nei prossimi mesi, all'interno dei singoli portafogli si vedrà in misura minore il deterioramento delle performance, dato che gli asset sono stati tendenzialmente selezionati in modo da non generare sorprese. Per questo si prevede una relativa stabilità dei rating.

"Non ci aspettiamo tuttavia nel breve periodo grossi impatti sui rating delle cartolarizzazioni italiane in questo settore. In primo luogo, rating sono stati assegnati su casi base più pessimistici rispetto alla realtà attuale, ed è quindi ancora presente dello spazio per assorbire un eventuale ulteriore deterioramento senza che questo comporti una revisione al ribasso del rating" dice ancora Cuneo.

"Inoltre le strutture italiane prevedono l'immediato utilizzo dell'excess spread per coprire eventuali default e, dato che le operazioni italiane sono state finora in grado di generare sostanziali livelli di excess spread, anche questo contribuisce a mantenere il rating stabile" dice Cuneo.

Dall'inizio dell'anno ad oggi, Fitch ha confermato 20 rating, ne ha abbassato uno ed elevati due. In particolare, il downgrade ha riguardato la classe 'BBB' del portafoglio F-E Gold.