Benzine,Up contro tassa per chi non adegua prezzi a calo greggio

lunedì 16 novembre 2009 12:03
 

ROMA, 16 novembre (Reuters) - L'ipotesi di un prelievo fiscale sulle compagnie petrolifere che non adeguano i prezzi dei carburanti al calo del greggio suscita le critiche dell'Unione petrolifera. Il presidente Pasquale De Vita dice infatti in una nota che "se trovassero conferma le anticipazioni diffuse dalla stampa circa l'introduzione in Finanziaria, al prossimo esame della Camera, di un meccanismo per tassare presunti mancati adeguamenti dei prezzi dei carburanti rispetto all'andamento del petrolio, allora si tratterebbe di una cosa gravissima".

Secondo il presidente degli industriali, la misura allo studio del governo risulterebbe punitiva "nei confronti di un settore che si è sempre tempestivamente adeguato all'andamento del mercato internazionale".

"L'Unione Petrolifera, conclude De Vita, chiede pertanto al Governo di smentire tali anticipazioni e di impegnarsi, come si è iniziato a fare con il ministero dello Sviluppo economico, sia per una seria e non demagogica verifica dell'andamento dei prezzi in Italia rispetto ai mercati internazionali sia per la soluzione dei veri problemi del settore, l'unico modo per evitare il disimpegno delle aziende dal mercato nazionale", conclude la nota.