Bce, progressi in piano per piattaforma unica settlement

giovedì 16 luglio 2009 17:26
 

FRANCOFORTE, 16 luglio (Reuters) - La Banca centrale europea ha fatto dei passi avanti nel suo progetto di lanciare un servizio di settlement globale per gli scambi di titoli, formalizzando le responsabilità dei paesi coinvolti. La Bce mira a lanciare nel 2013 il 'Target 2 Securities service', nel tentativo di tagliare significaticativamente i costi sostituendo il frammentario insieme di sistemi nazionali che rendono i regolamenti transfrontaliari particolarmente costosi.

"La firma di oggi del Memorandum d'intesa che stabilisce i doveri reciproci dell'Eurosistema e dei depositari dei titoli europei... ci avvicina di un altro passo alla realizzazione di questo obiettivo" ha detto il presidente della Bce Jean-Claude Trichet durante la cerimonia di sottoscrizione.

Trichet si è detto convinto che il progetto sarà un successo.

"Ha generato uno slancio che mi rende fiducioso sul fatto che raggiungeremo in tempi brevi anche le future pietre miliari del progetto T2S" ha detto il presidente della Bce.

Jean-Michel Godeffroy, uno dei funzionari Bce alla guida del progetto, ha detto che il sistema darà luogo a costi più bassi.

"Quindici centesimi a transazione, crediamo ancora che questo sia possibile" ha detto. "Questo sarebbe in linea con gli Stati Uniti e molto più a buona prezzo di chiunque altro in Europa".

Godeffroy ha detto anche che la Bce sta trattando con la Banca d'Inghilterra per l'adesione, e ha detto di essere fiducioso che l'istituto centrale britannico siglerà se le questioni su pricing e governance potranno essere ammorbidite.

La Bce vuole includere nella piattaforma il trading in sterline essendo la Gram Bretagna leader del trading in Europa, ma la Bank of England ha preoccupazioni sul grado di controllo della Bce sul progetto.