Comune Milano valuterà azioni legali su derivati - Moratti

giovedì 16 ottobre 2008 17:41
 

MILANO, 16 ottobre (Reuters) - Il Comune di Milano si riserva di avviare azioni legali sui derivati stipulati in relazione a un prestito obbligazionario emesso nel 2005 e assumerà a breve a tale scopo dei consulenti legali.

Lo ha detto il sindaco, Letizia Moratti, aprendo una seduta straordinaria del consiglio comunale dedicata al tema degli strumenti derivati e a eventuali iniziative.

"Sto per nominare un collegio di consulenti legali di indubbia esperienza che, esaminati gli strumenti derivati, individui e proponga eventuali iniziative in sede civile, penale, amministrativa e contabile, da assumere anche in relazione al profilo di rischio dell'operazione", ha detto il sindaco milanese.

"Ci riserviamo di avviare le necessarie e opportune azioni legali", ha aggiunto.

Nel 2005 il Comune di Milano ha emesso un prestito trentennale da 1,685 miliardi di euro stipulando un interest rate swap con le banche collocatrici. Gli istituti erano: Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), Depfa Bank, Ubs UBSN.VX, JP Morgan (JPM.N: Quotazione).

Negli anni il derivato, ha ricordato il sindaco, è stato oggetto di successive rinegoziazioni a fronte della mutata situazione dei tassi di mercato. Moratti ha sottolineato come solo a scadenza, nel 2035, si potrà valutare compiutamente l'operazione, ma ha definito "un imperativo morale" un'azione immediata di fronte a "criticità e rilievi" emersi in relazione all'uso dei derivati.