M. Burani, scaduti debiti per 426 mln, decreti ingiuntivi

venerdì 16 ottobre 2009 10:46
 

MILANO, 16 ottobre (Reuters) - Su alcune posizioni debitorie scadute di Mariella Burani Fashion Group MBFG.MI, per complessivi quasi 425,7 milioni di euro, pendono alcune azioni intraprese dai creditori, tra cui alcuni decreti ingiuntivi e solleciti tramite legali.

Secondo una nota emessa ieri in tarda serata, nel dettaglio su debiti commerciali per circa 2,4 milioni esistono dei decreti ingiuntivi non meglio precisati, su 3,9 milioni dei solleciti tramite legali, un decreto ingiuntivo a favore di Banca Ifis per il pagamento di 13,3 milioni, un decreto ingiuntivo a favore della Cassa di risparmio di Cento per 2 milioni e, infine, un altro decreto per il pagamento di 2,3 milioni a favore di Ing Bank.

Con Banca Ifis, Cassa di risparmio di Cento e Ing Bank sono in corso delle negoziazioni per arrivare a un accordo che sospenda ogni azione esecutiva e riscadenzi le rate di rimborso dei debiti, precisa la nota.

Esiste un altro decreto ingiuntivo esecutivo per il pagamento di circa 17,3 milioni, emesso dal Tribunale di Milano lo scorso giugno a favore di Barclays Bank, con cui è stato poi raggiunto un accordo che ha sospeso ogni azione esecutiva e ha riscadenziato le rate di rimborso, aggiunge il comunicato.

A fine agosto la posizione finanziaria netta del gruppo presentava un indebitamento finanziario di 478 milioni.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato in forma integrale cliccando su [ID:nBIA153af].