16 ottobre 2009 / 10:13 / tra 8 anni

Monetario, calo derivati su tassi, Euribor 3 mesi torna a minimi

MILANO, 16 ottobre (Reuters) - Nuova flessione dei contratti derivati sui tassi di riferimento europei sull‘interbancario, mentre il tasso Euribor trimestrale torna ad appoggiarsi sul minimo storico di fine settembre.

Frazionale la variazione nelle statistiche Bce relative all‘utilizzo di depositi e prestiti marginali da parte del sistema delle banche commerciali Uem, in un mercato che viaggia su un comodo “cuscino” di liquidità al terzo giorno del nuovo mese di mantenimento.

“Scambi molto tranquilli e distesi... il saldo è cresciuto ieri come previsto di circa 4,5 miliardi e il sistema è come sempre molto liquido, per quanto siamo lontani dagli eccessi dei tempi più recenti” commenta un tesoriere.

A fronte di una riserva dovuta appena fissata a 211,823 miliardi di euro, la media progressiva risulta pari a 269,054 miliardi, con numeri nei per oltre 114 miliardi.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS

Si muove a ridosso di 0,30 sia sul Mid sia negli scambi ‘over the counter’ il deposito overnight, dopo una media Eonia fissata ieri a 0,340%.

Torna intanto al minimo storico di fine settembre il tasso Euribor trimestrale, in calo di un centesimo da ieri a 0,739%.

“Siamo ancora lontani da una normalizzazione ma la situazione è in progressivo miglioramento: la stessa Bce ha ribadito ieri che le misure eccezionali a favore del credito stanno avendo l‘effetto desiderato ma verranno rimosse a tempo debito” osserva l‘addetto ai lavori.

Nell‘intervento di ieri, scrive la nota giornaliera di Mps Finance, il presidente Trichet “ha affermato che per l‘Istituto di Francoforte non devono esserci timori legati alla capacità di rimuovere le misure straordinarie, chiedendo inoltre ai singoli governi di elaborare una strategia di uscita dalle misure straordinarie”.

A riflesso di tassi di mercato in frazionale rialzo si accentua intanto l‘incinazione negativa della curva Euribor.

Si tratta, spiegano gli operatori, di un movimento ispirato a quello del decennale tedesco più che a vere e proprie aspettative sui tassi, per lo meno fino alla fine del 2010

Intorno alle 12 la scadenza a dicembre FEIZ9 è stabile a 99,215, marzo FEIH0 perde 15 millesimi a 98,92 e giugno FEIM0 3 punti base a 98,61.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below