Monetario liquido, tassi brevi in discesa, rally future Euribor

lunedì 15 dicembre 2008 12:52
 

MILANO, 15 dicembre (Reuters) - Una liquidità sempre più che abbondante consente all'interbancario di proseguire in tranquillità sul breve, avendo accumulato già 431,5 miliardi di euro di numeri neri al quinto giorno del nuovo periodo di mantenimento della riserva obbligatoria.

Interrotta la correlazione inversa con borse che difendono moderati rialzi, i derivati Euribor esibiscono buoni rialzi sulle scadenze della strip successive a marzo 2009 aiutati dal clima di incertezza legato alla sorte degli aiuti all'auto Usa e alle perdite generate dal fallimento del fondo Usa Madoff.

Sul cash attesi tassi in discesa sul brevissimo.

"Credo che l'Eonia oggi possa attestarsi 2,22-2,23%, in leggera discesa quindi dal 2,306% di venerdì", commenta un operatore.

Venerdì ha confermato un volume di scambi Eonia superiore alla media dell'ultimo periodo di riserva: 46,352 miliardi di euro contro i circa 30 miliardi di media del precedente mese Rob.

In crescita i depositi presso la banca centrale che ieri sera si attestavano a 159,162 miliardi da 130,457 miliardi giovedì. Le attese sono per un progressivo incremento.

"L'oustanding della Banca centrale europea è di 834 miliardi, tuttavia la liquidità viene fornita dalla Bce e alla Bce torna. Ci sono sempre banche che, a giudicare dai bid che mettono sul mercato, sembrano aver bisogno di liquidità che non trovano", commenta l'operatore.

Continua intanto la discesa dei tassi Euribor che al fixing mattutino hanno aggiornato i minimi da agosto 2006. I tre mesi EURIBOR3MD= sono a 3,243%. Lo spread con l'analoga scadenza dell'Eonia swap EONIAINDEX3M= è a 125 punti base, in calo dai circa 130 punti base di venerdì.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS. Alle 12,30 circa il derivato sul tasso Euribor a marzo FEIH9 è piatto a 97,310 mentre giugno FEIM9 avanza di 0,05 a 97,520. Settembre FEIU9 avanza di 6 centesimi a 97,450.