Bce, nessun timore su rimozione misure straordinarie - Trichet

giovedì 15 ottobre 2009 14:18
 

FRANCOFORTE, 15 ottobre (Reuters) - Non dovrebbe esserci alcun timore sulla capacità dell'istituto centrale di Francoforte rimuovere i provvedimenti straordinari di natura ultra-espansiva adottati per far fronte alla crisi economica e finanziaria.

Lo spiega il presidente Jean-Claude Trichet, sollecitando anche i governi a elaborare la cosiddetta 'exit strategy' rispetto alle misure di stimolo che hanno portato all'aumento della spesa pubblica con "preoccupanti" ricadute su debito e deficit di bilancio.

La Bce ha messo a disposizione del sistema bancario della zona euro un'illimitata dose di liquidità, operando numerose iniezioni di fondi e predisponendo un programma di acquisto di obbligazioni bancarie garantite del valore di 60 miliardi di euro.

"Man mano che la situazione si normalizza le misure non standard vanno rimosse e gli stimoli di politica interrotti" dice.

"Non dovrebbe esserci alcun timore che la Bce sia in grado di mettere a punto una strategia d'uscita a tempo debito" aggiunge.

"Le banche centrali non sono però le uniche autorità che hanno bisogno di una credibile 'exit strategy', che serve anche ai governi... debito e deficit di bilancio hanno raggiunto livelli preoccupanti in molti paesi della zona euro" conclude.