Manovra, in 2008 entrate +1,89 mld, spese +1,55 mld - Bankitalia

mercoledì 15 ottobre 2008 16:37
 

ROMA, 15 ottobre (Reuters) - La manovra triennale varata dal Governo comporterà nel 2008 un aumento netto delle entrate di 1,89 miliardi nel 2008 e una crescita netta delle spese di 1,5 miliardi, mentre l'effetto sull'indebitamento netto è positivo e pari a 337 milioni.

Lo ricorda la Banca d'Italia nel bollettino economico di ottobre.

Le maggiori entrate derivano nel 2008 per quasi 2 miliardi dalla Robin tax ( 1,71 miliardi da banche e assicurazioni). Nel 2009 la Robin tax vale 4,26 miliardi: le imprese energetiche contribuiscono nel 2009 per 2,39 miliardi (1,33 nel 2011), banche e assicurazioni per 1,877 (2,48 nel 2011.

Sul fronte spesa, ci sono risparmi nel 2008 per 348 milioni derivanti dalla voce "razionalizzazione e riorganizzazione della Pa".

"Mentre per il 2009 la manovra di bilancio risulta basata prevalentemente su incrementi delle entrate, nel biennio successivo assumono un ruolo preponderante le riduzioni di spesa", dice Bankitalia nel bollettino.

Nel triennio i risparmi di spesa netti attesi sono crescenti, da poco meno di 4,1 miliardi nel 2009 a circa 25,2 miliardi nel 2011, mentre le maggiori entrate nette rimangono sostanzialmente costanti (in media circa 5,8 miliardi).

L'effetto sul deficit ammonta nel 2009 a 9,89 miliardi, a 17,13 miliardi nel 2010 e a 30,92 miliardi nel 2011.