15 maggio 2009 / 10:04 / 8 anni fa

Monetario, o/n poco mosso, futures positivi, netto calo depositi

MILANO, 15 maggio (Reuters) - Gli scambi di metà seduta sul mercato interbancario mostrano il periodo giorno a giorno sui valori della vigilia nella terza sessione del nuovo mese rob, mentre i derivati sui tassi di riferimento si muovono al rialzo sulla strip Euribor a riflesso degli ultimi dati macro.

Gli operatori parlano di scambi distesi e volumi poco consistenti in una situazione di liquidità che resta ampia e generosa, specie in considerazione delle limitate esigenze del sistema.

"Siamo soltanto all'inizio del nuovo periodo di mantenimento e i fondi sono abbondanti, la netta flessione dei depositi marginali ci dice però che la situazione è meno sbilanciata di ieri" spiega un tesoriere.

Il riferimento è alle statistiche quotidiane Bce aggiornate a questa mattina, da cui emerge che l'utilizzo dei depositi a un giorno presso la banca centrale è calato di oltre 10 miliardi rispetto alla seduta precedente per portarsi a 15,921 miliardi di euro.

L'impostazione dei tassi di mercato è intanto chiaramente diretta al ribasso, come evidenzia l'ennesimo minimo record degli Euribor in occasione del fix londinese.

Tornando ai derivati sulle curva Euribor, il parallelo movimento al rialzo si ispira alla decisa risalita dei futures sul decennale tedesco dopo la scoraggiante lettura dei dati sulla performance economica della zona euro nei primi tre mesi dell'anno.

Deludendo le già pessimistiche aspettative degli uffici studi, il prodotto interno lordo dei sedici paesi euro ha visto nel primo trimestre la contrazione senza precedenti di 2,5% su base congiunturale e 4,6% a livello tendenziale.

"Un risultato negativo era ampiamente scontato ma non di simile entità: a muovere il mercato è stata in primo luogo la prima stima sull'indice tedesco, principale responsabile del risultato europeo" osserva un addetto ai lavori.

Intorno alle 12 tra i futures Euribor rialgono di 15 millesimi le scadenze di giugno FEIM9 a 98,86, settembre FEIU9 a 98,91 e dicembre FEIZ9 a 98,775.

Tra i depositi lavora in area 0,50% il periodo overnight, non distante dallo 0,717% della media Eonia di ieri ma tra scambi dal volume particolarmente sottile.

"Capita spesso, specie prima del fine settimana, che il grosso dell'attività si svolga nelle ultime ore della seduta" osservano da una tesoreria.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below