Btp in rialzo su debolezza borse, futures Bund a massimo storico

giovedì 15 gennaio 2009 12:10
 

 MILANO, 15 gennaio (Reuters) - La debolezza delle borse
stimola il reddito fisso, con la corsa ai titoli rifugio che è
riuscita a spingere il futures sul decennale Bund al nuovo
massimo record di 126,33 e il rendimento del decennale tedesco,
benchmark per l'intera area euro, al minimo storico di 2,879%. 
 Pur nel clima di generalizzata tonicità, il decennale
italiano è ben lungi dal seguire il corrispettivo tedesco sulla
scia dei record. Lo spread fra i titoli di riferimento si
mantiene infatti molto ampio, in prossimità del massimo storico
toccato ieri a 148 punti base.
 "Sul mercato italiano i volumi sono piuttosto scarsi, e la
natura degli scambi è guidata dalla debolezza delle borse. È
tornata ad instaurarsi una correlazione molto stretta. Ma i
periferici restano penalizzati rispetto ai Bund, con spread
molto ampi" spiega un trader.
 Ieri il differenziale fra i titoli di riferimento decennali
italiano e tedesco è tornato ad allargarsi fino a toccare nuovi
massimi storici.
 Il calo delle borse e la conseguente avversione al rischio
premiano infatti i titoli 'core' a discapito dei periferici,
complice anche la decisione di Standard & Poor's che ieri ha
annunciato un downgrade della Grecia a 'A-/A-2', con outlook
stabile. L'agenzia aveva posto i rating della repubblica
ellenica in creditWatch negativo lo scorso 9 gennaio.
 Fra i titoli italiani nelle ultime sedute ha particolarmente
sofferto il trentennale, con un ampliamento dello spread sopra i
180 punti base rispetto al corrispettivo tedesco e con un
irripidimento della curva italiana. Il movimento è in parte
rientrato fin da ieri sera con lo spread fra i 30 anni Bund e
Btp a circa 170 punti base.
 Il titolo italiano, il trentennale 1 agosto 2039, ha subito
i contraccolpi dell'asta di ieri, collocata per 1,45 miliardi al
rendimento di 5,55%, il massimo da maggio 2002. La domanda è
stata pari a 2,166 miliardi e l'importo massimo in offerta era
di 1,5 miliardi. 
 L'appuntamento chiave della giornata resta quello con la
Bce, che annuncerà la decisione sui tassi d'interesse e terrà
una conferenza stampa. La mediana delle attese degli analisti
consultati da Reuters è per un taglio di 50 punti base che porti
i tassi di riferimento al 2%, anche se parte degli economisti
stima un taglio limitato a 25 punti base. 
 =================== QUOTAZIONI 11,50 =========================
                                 PREZZI  VAR.    RENDIMENTO
  FUTURES BUND MARZO FGBLc1       126,10  (+0,27)
  BTP 2 ANNI  (FEB 11) IT2YT=TT   102,41  (+0,03)     2,542%
  BTP 10 ANNI (AGO 18) IT10YT=TT* 101,45  (+0,26)     4,359%
  BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=TT   94,50  (+1,25)     5,440%
======================== SPREAD (PB) =======================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
  TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     74                  72
  BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3    109                 109
  BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    146                 147
  BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    176                 173
  BTP 2/10 ANNI                       --                 183,9
  BTP 10/30 ANNI                      --                 113,3
 ============================================================
 * Quotazioni tratte dagli schermi reuters non essendo il
titolo ancora scambiato su Mts