MONETARIO - Cosa succede oggi lunedì 19 ottobre

lunedì 19 ottobre 2009 07:38
 

* A Lussemburgo ha inizio la riunione dell'Eurogruppo. Juncker si è detto non preoccupato dagli attuali livelli dell'euro e ha indicato Mersch come candidato eccellente a succedere a Papademos alla vicepresidenza della Bce. Secondo fonti europee vicine alla preparazione dei lavori, i ministri finanziari dei sedici paesi Uem discuteranno di mercato dei cambi, a fronte della prospettiva di un ulteriore apprezzamento della valuta unica rispetto ai già elevati livelli attuali. Domani si terrà il vertice Ecofin.

* L'economia cinese è cresciuta di oltre il 7% nei primi nove mesi dell'anno e non dovrebbe avere problemi nel raggiungere il target governativo dell'8% nel 2009, ha detto un funzionario della Commissione nazionale su sviluppo e riforme.

* La crisi finanziaria ha sottolineato l'importanza di occuparsi degli squilibri globali nel commercio e nei flussi di capitale. Lo ha affermato ieri Bernanke in una conferenza Fed sull'Asia.

* La Banca centrale giapponese ha pubblicato i verbali della riunione di politica monetaria del 16 e 17 settembre in occasione della quale ha deciso di lasciare i tassi invariati ai livelli a cui erano stati portati lo scorso 19 dicembre. Dalle minute emerge che alcuni membri del board pensano che gli effetti dei finanziamenti stanziati per le società dalla banca centrale stiano svanendo, suggerendo l'ipotesi che le misure possano essere lasciate scadere a fine dicembre.

* I prezzi del greggio viaggiano stabili poco sotto i 79 dollari al barile, dopo aver toccato nella mattinata asiatica il massimo di 12 mesi a 79,05 dollari. La prosecuzione della tendenza rialzista dipenderà principalmente dall'andamento dei risultati societari in arrivo in questi giorni, dopo i dati contrastanti della settimana scorsa. Intorno alle 7,30 il contratto a novembre sul Nymex CLc1 è poco variato a 78,58 dollari, quello sul Brent LCOc1 guadagna 6 centesimi a 77,05 dollari.