CORRETTO- Covered bond Italia, Abi fiduciosa nonostante crisi

martedì 16 settembre 2008 14:30
 

Nel lancio andato ieri in rete alle 16,28 corregge in tre da cinque anni durata covered bond Pop Milano in decimo paragrafo

ROMA, 15 settembre (Reuters) - L'Associazione bancaria italiana è fiduciosa sullo sviluppo del mercato italiano dei covered bond, che vedrà la partecipazione dei principali gruppi bancari ora al lavoro sui primi programmi di emissione.

Decollato in luglio con il lancio della prima obbligazione bancaria garantita da parte della Banca Popolare di Milano (PMII.MI: Quotazione), il mercato ha immediatemente subito una battuta d'arresto - con il rinvio dell'operazione di Ubi Banca (UBI.MI: Quotazione) - per le turbolente condizioni sui mercati del credito.

"Le difficoltà del mercato non freneranno il ricorso da parte delle banche italiane ai covered bond", afferma in una nota l'Abi, che oggi e domani riunisce a Roma gli esperti di settore in un convegno su securisation and covered bond.

L'Abi rileva come il mercato dei capitali sia "pressoché chiuso" sia per le cartolarizzazioni che, in parte, per le normali obbligazioni bancarie.

In questo contesto di mercato avverso, i covered bond offrono agli istituti una fonte di raccolta in più sebbene, come ha osservato il direttore generale dell'Abi Giuseppe Zadra, non ci siano "fondi a 25-30 anni da raccogliere con i covered bond".

Assistiti dalla doppia garanzia offerta dall'emittente e da un portafoglio di attivi, i covered bond hanno retto meglio di altri strumenti di debito alla crisi creditizia. Il generalizzato allargamento degli spread e la netta preferenza degli investitori per il breve termine, in ogni caso, hanno penalizzato anche questi titoli.

  Continua...