Bce riduce tasso a 2%,torna a 200 pb corridoio prestiti/depositi

giovedì 15 gennaio 2009 13:52
 

FRANCOFORTE, 15 gennaio (Reuters) - In linea alle attese degli analisti, al termine del consiglio mensile di politica monetaria l'istituto centrale di Francoforte ha varato una nuova riduzione dei tasso di riferimento, abbassandolo di mezzo punto percentuale da 2,5% a 2%.

Per ritrovare un costo del denaro su un livello simile - minimo nella storia della Bce - occorre risalire a giugno 2003.

Parallelo ma disomogeneo all'intervento sul tasso per le operazioni di rifinanziamento principale quello sui tassi marginali. Per riportare il corridoio a 200 da 100 punti base, come annunciato, viene confermato a 3% quello sui prestiti ma abbassato a 1% da 2% quello sui depositi a un giorno presso la Bce.

Condotto la scorsa settimana, l'ultimo sondaggio Reuters ha evidenziato scommesse convergenti su un intervento da mezzo punto: 46 su 70 degli analisti interpellati hanno parlato di un taglio da 50 punti base, 9 di 25 tick, uno solo di 75 centesimi e 15 di una conferma.

La mediana delle attese raccolte indica inoltre tassi europei a 1,75% entro la fine del primo trimestre e 1,5% entro quella del secondo.

In agenda alle 14,30 la consueta conferenza stampa del presidente Jean-Claude Trichet.