Alitalia, trattative nella notte su nuovo contratto settore

domenica 14 settembre 2008 20:42
 

ROMA, 14 settembre (Reuters) - Governo, Cai e le quattro confederazioni stanno mettendo a punto da questa mattina il nuovo contratto di settore aereo che verrà presentato appena pronto, presumibilmente nella notte o nelle prime ore di domani, alle associazioni professionali di piloti e assistenti di volo.

E' questa la strategia messa a punto per cercare di trovare l'accordo con le organizzazioni sindacali richiesto dalla Cai presieduta da Roberto Colaninno per concretizzare la sua offerta di rilevare gli asset in bonis di Alitalia.

Lo riferisce una fonte vicina alla trattativa. "Al ministero del Lavoro governo, Cai Cgl, Cisl, Uil e Ugl stanno lavorando al nuovo contratto per il settore aereo. Il lavoro si concluderà nella notte e appena finito verrà presentato alle associazioni dei piloti e degli assistenti di volo", ha detto la fonte.

Non è chiaro ancora se a piloti, steward e hostess verrà offerto un qualche spazio di negoziazione per quello che attiene alle loro aree specifiche di attività e salario oppure il nuovo contratto verrà presentato come un piatto da prendere o lasciare.

Attualmente le delegazioni del personale di volo (Anpac, Up, Avia, Anpav e Sdl) sono in attesa in una sede distaccata del miniatero del Lavoro dove è presente il commissario straordinario di Alitalia Augusto Fantozzi che al suo arrivo è stato contestato da manifestanti.

L'incontro per la presentazione del nuovo contratto è stato fissato per le 22 di stasera dopo essere stato più volte spostato e presumibilmente sarà ulteriormente fatto slittare nella notte.

E' prevedibile che un annuncio sull'accordo o su una eventuale rottura definitiva arrivi domani mattina.

In circa 11 ore di lavoro alla sede principale del ministero, infatti, Cai governo e sindacati sono riusciti a definire la parte normativa del nuovo contratto e quella riguardante il personale di terra. A quest'ultimo proposito, secondo indiscrezioni, il nuovo contratto prevederebbe condizioni meno sfavorevoli di quelle previste dalla piattaforma iniziale presentata dalla Compagnia aerea italiana.

Secondo quanto riferito dal segretario nazionale della Fit-Cisl, Claudio Genovesi, il nuovo contratto potrebbe essere applicato anche al personale che rimarrà nella cosiddetta bad company per essere esternalizzato.

Non è stato possibile capire ancora se le confederazioni sindacali siano venute incontro alle richieste delle associazioni professionali di modificare le regole per le elezioni delle rappresentanze dei lavoratori che normalmente prevedono un trattamento più favorevole per i sindacati maggiormente rappresentativi.

Su questo punto si erano infatti concentrate le critiche delle 5 organizzazioni alla proposta presentata da Cai.