Btp, spread con Bund tocca 82 pb su volatilità mercati, Cpi Usa

venerdì 14 agosto 2009 16:21
 

MILANO, 14 agosto (Reuters) - Lo spread fra i decennali di riferimento italiano e tedesco ha toccato gli 82 punti base, livello massimo dal 4 agosto scorso.

Secondo gli operatori del settore i bruschi movimenti sono da attribuirsi agli scarsi volumi presenti sul mercato.

"I movimenti sono bruschi per via degli scarsi volumi" ha detto Chiara Cremonesi di Unicredit.

Appena martedì scorso il differenziale era infatti arrivato a 63 punti base, livello minimo precedente al fallimento di Lehman Brothers.

A innescare l'ampliamento dello spread è comunque intervenuto il dato sull'inflazione Usa, rimasta stabile a luglio rispetto al mese precedente, ma con il calo tendenziale più alto dal gennaio 1950. A luglio i prezzi al consumo non hanno avuto variazioni dal +0,7% di giugno, in linea con le attese del mercato, mentre su anno la flessione è stata del 2,1%.

Alle 16,20 il futures sul Bund è a quota 121,84 con un rialzo di 99 punti base, dopo un massimo a 121,90 e un minimo a 121,00. Alla stessa ora sugli schermi Reutersil decennale di riferimento italiano IT10IT=RR rende 4,137%, mentre l'omologo tedesco rende 3,318%, per un differenziale a 81,9 punti base.