Chrysler, in settimana proposta creditori al Tesoro Usa -WSJ

martedì 14 aprile 2009 09:26
 

NEW YORK, 14 aprile (Reuters) - I creditori di Chrysler pensano a una controfferta da presentare questa settimana al Tesoro Usa, che prevede la richiesta di azioni della società che potrebbe nascere dall'alleanza con Fiat FIA.MI in cambio di concessioni.

E' quanto riporta il sito internet del Wall Street Journal, citando persone vicine alla situazione.

Domenica notte, i creditori hanno ricevuto dal Tesoro Usa 20-30 pagine di informazioni finanziarie, secondo il giornale.

Dai documenti emergono, scrive il WSJ, le posizioni del governo sulla struttura dei costi di Chrysler, i risultati operativi interni, informazioni sui nuovi contratti sindacali e i dettagli sui contributi Fiat nella nuova società.

Fonti avevano riferito a Reuters lo scorso 3 aprile che i creditori del prestito da 7 miliardi di dollari a Chrysler - JPMorgan Chase & Co (JPM.N: Quotazione), Citigroup Inc (C.N: Quotazione), Goldman Sachs Group Inc (GS.N: Quotazione) e Morgan Stanley (MS.N: Quotazione) - erano in trattative con il governo per ridurre l'indebitamento della casa automobilistica Usa, convertendo parte del debito in azioni, in nuovo debito oppure in una quota inferiore di contante.

Il comitato dei creditori, in gran parte controllato dalle maggiori banche, nel weekend ha arruolato tre nuovi creditori, Oppenheimer & Co, l'investitore Stairway Capital Management e la banca di investimenti Perella Weinberg Partners, secondo il WSJ.

Non è stato possibile avere commenti da Chrysler, Stairway, Oppenheimer e Perella Weinberg.