G7, Tremonti a Marsiglia meno debole dopo primo sì manovra

giovedì 8 settembre 2011 19:08
 

* Italia anello più fragile tra i Sette ma in risalita-fonte

* In agenda sale priorità situazione economica e finanziaria

* Non sono attesi annunci particolari né comunicato finale

di Giselda Vagnoni

MARSIGLIA, 8 settembre (Reuters) - L'Italia appare il Paese più debole tra i Sette grandi che domani prenderanno parte al G7 finanziario di Marsiglia ma la posizione del ministro dell'Economia Giulio Tremonti è un po' meno imbarazzante dopo il primo via libera alla manovra di Ferragosto.

"Non vedo nessuno messo peggio di noi ma è anche vero che siamo in risalita", dice una fonte vicina al dossier dopo l'ondata di vendite che ha colpito i titoli di Stato italiani e le banche nazionali che li detengono in grandi quantità.

Tremonti arriverà in Francia domani e dovrebbe tenere una conferenza stampa sabato al termine della seconda giornata di lavori dedicata alla cosiddetta Deauville Partnership.

L'incontro tra i ministri finanziari di Usa, Canada, Giappone, Germania, Gran Bretagna, Francia e Italia avrebbe dovuto concentrarsi soprattutto sugli ultimi sviluppi nei Paesi arabi ma la bufera che in agosto ha travolto i mercati - e in particolare i titoli sovrani europei - ha ridefinito l'agenda.   Continua...