SINTESI-Edison,A2A preme per intesa marzo: Edipower spacchettata

mercoledì 7 settembre 2011 15:38
 

* CdG utility ha preso atto di proroga a 30 ottobre

* Tarantini: "Soluzione marzo unica sul tavolo"

* Cordata italiana al momento non c'è

* Zuccoli: "Trattativa parte ora"

di Giancarlo Navach

MILANO, 7 settembre (Reuters) - Il riassetto di Edison EDN.MI riparte dalla soluzione trovata fra i soci lo scorso marzo, poi bloccata dal ministro dell'economia Giulio Tremonti, per i timori di perdita dell'italianità del gruppo. L'intesa prevedeva Edf EDF.MI in maggioranza assoluta nel capitale di Foro Bonaparte, i soci italiani raggruppati in Delmi in minoranza e lo spacchettamento della centrali di Edipower fra gli attuali azionisti.

Si allontana, invece, l'ipotesi di una cordata italiana in chiave anti Edf, almeno per il momento, con buona pace di Acea (ACE.MI: Quotazione) interessata a incrementare la propria presenza nella generazione di energia e quindi alle centrali di Edipower.

A chiarire lo stato delle trattative i vertici di A2A (A2.MI: Quotazione), principale socio italiano del secondo produttore di energia elettrica del Paese, che ha oggi riunito il consiglio di gestione, per prendere atto della nuova proroga della scadenza dei patti parasociali fra i soci di Edison al 30 ottobre ottenuta dal ministro allo Sviluppo Economico, Paolo Romani, nel vertice di lunedì scorso con il numero uno di Edf, Henri Proglio.   Continua...