7 settembre 2011 / 12:22 / tra 6 anni

PUNTO 2-Manovra, favore Ue su misure ieri, agire contro evasione

(aggiunge dichiarazioni Rehn in coda)

BRUXELLES, 7 settembre (Reuters) - La Commissione europea mostra apprezzamento per le nuove misure della manovra annunciate ieri da governo, in particolare l'aumento dell'Iva, ma sollecita un ulteriore sforzo nella lotta all'evasione fiscale.

Lo ha detto stamani Amadeu Altafaj Tardio, portavoce del commissario Ue agli Affari economici Olli Rehn, durante la conferenza stampa quotidiana della Commissione.

"Abbiamo chiesto di recente misure che favoriscano la crescita. Vediamo elementi che vanno in questa direzione. Quindi accogliamo con favore quanto annunciato dal governo italiano", ha detto Tardio.

Il portavoce ha sottolineato che si tratta di "un'analisi preliminare" che sarà seguita da valutazioni più dettagliate e si è espresso in favore dell'innalzamento dell'Iva.

"L'innalzamento dell'Iva è qualcosa che è più dettagliato e preciso in termini di sicurezza delle entrate rispetto ad altre misure, come per esempio la lotta all'evasione fiscale, che rimane comunque un elemento molto importante".

Per l'Italia "sarebbe estremamente saggio portare avanti una forte politica contro l'evasione fiscale".

Le nuove misure alla manovra aggiunte ieri dal governo riguardano un aumento dell'Iva di un punto percentuale dal 20% al 21%, la riduzione del contributo di solidarietà al 3% e solo per i redditi superiori ai 300 mila euro e l'avvio del graduale innalzamento dell'età di pensionamento delle donne del settore privato dal 2014.

Le nuove norme sono state inserite in un maxiemendamento depositato in Senato, dove oggi si attende in serata il via libera alla manovra con voto di fiducia. La correzione complessiva dei conti al 2013, anno previsto per il pareggio di bilancio, è salita con i nuovi interventi a 54,265 miliardi.

Il via libera definitivo è atteso in settimana o al massimo all'inizio della prossima.

Rehn ha accolto con favore anche la decisione del governo di inserire in Costituzione la regola del pareggio di bilancio che "contribuisce ad assicurare la disciplina di bilancio su basi permanenti e mostra ai mercati e ai partner dell'Italia l'impegno di consolidare le finanze pubbliche". l'intervento, prosegue, "contribuisce senza dubbio a rafforzare la fiducia nell'economia italiana in un momento critico".

L'attesa, ha concluso il commissario, è di una rapida approvazione del pacchetto di misure.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below