Zona euro, riforme richiedono modifiche ai trattati - Schaeuble

lunedì 5 settembre 2011 17:23
 

BERLINO, 5 settembre (Reuters) - Un rafforzamento strutturale della zona euro richiede tempo e potrebbe avere bisogno di significative modifiche dei trattati.

E' quanto sostiene il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble in un articolo pubblicato su FT.com.

Schaeuble ha espresso inoltre delle perplessità nei confronti degli appelli per un'accelerazione del processo di centralizzazione fiscale e della responsabilità congiunta dei paesi della zona euro sostenendo che tali misure non risolverebbero i mali dell'area e che potrebbero peggiorarli.

"L'Europa si è sempre mossa un passo alla volta e dovrebbe continuare a farlo", ha detto Schaeuble.

"Questo non significa che la politica fiscale della zona euro non debba gradualmente diventare più centralizzata. Lo dovrebbe, a patto che questo processo sia legittimato da un forte mandato democratico. Rafforzare l'architettura della zona euro ha però bisogno di tempo. Possono essere necessari dei profondi cambiamenti dei trattati che non avvengono dall'oggi al domani".

Schaeuble ha detto anche che c'è un ampio consenso sulla necessità di una maggiore regolamentazione dei mercato, ma l'impegno in questa direzione da parte del Gruppo dei Venti (G20) "sembra che stia scemando".

"In questo contesto, potrebbe essere necessario che i paesi chiave si muovano unilateralmente in aree specifiche", ha detto il ministro tedesco.

"L'anno scorso la Germania ha introdotto un divieto limitato e controverso sulle vendite allo scoperto di tipo naked. Oggi vedrei l'introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie in Europa come un altro caso di un 'pacemaker-approach' da parte di pochi, e importanti pionieri".