Europa, settimana di test per crisi debito

lunedì 5 settembre 2011 09:51
 

MILANO, 5 settembre (Reuters) - L'Europa dovrà affrontare una serie di test politici e giudiziari questa settimana, che potrebbero mettere in luce la debolezza dei tentativi di risolvere la crisi del debito sovrano nella zona euro e aumentare la pressione sui governi dei paesi membri a mettere in atto soluzioni più radicali.

Innazitutto, una sentenza della Corte costituzionale federale tedesca, attesa mercoledì, potrebbe ridurre la libertà del governo tedesco a finanziare paesi in crisi, come la Grecia.

La Corte dovrà infatti dire se Berlino, finanziando il salvataggio di paesi come Grecia, Portogallo e Irlanda, stia infrangendo le leggi nazionali e i trattati europei.

Inoltre la Banca centrale europea, divisa al suo interno in merito all'intervento sul mercato obbligazionario per proteggere l'Italia, questa settimane farà una valuitazione del piano in atto. Nell'incontro mensile previsto per giovedì l'istituto di Francoforte dovrebbe infatti decidere se continuare ad acquistare titoli di stato italiani.

Il piano di acquisto dei bond prevedeva che l'Italia nel frattempo approvasse in fretta una serie di misure d'austerità per riconquistare la fiducia dei mercati, ma i numeri della manovra finanziaria delineata dal governo Berlusconi sono stati messi in discussione.

Ora la Bce dovrà decidere se continuare gli acquisti dei titoli di stato o se una simile azione stia peggiorando la situazione, allentando la pressione sull'Italia a mettere in ordine le proprie finanze pubbliche.

Infine, questa settimana la Grecia scoprirà quanti investitori privati hanno accettato lo swap sui titoli di stato.

Entro venerdì pomeriggio le banche dovranno dire se sono interessate o meno allo swap. Gli istituti dovranno poi impegnarsi entro metà ottobre.