Btp in frenata nonostante interventi Bce,pesa incertezza manovra

venerdì 2 settembre 2011 12:39
 

  MILANO, 2 settembre (Reuters) - Nuova mattinata difficile
per il mercato obbligazionario italiano, con rendimenti dei
titoli di Stato in salita e spread sulla Germania in
allargamento, nonostante il puntello della Bce, che anche questa
mattina, secondo quanto riferito dagli operatori a Reuters, è
intervenuta a sostegno della carta italiana.
 A pesare sui Btp, in una seduta in cui si sono visti pochi
scambi, oltre l'attesa dei dati sul mercato del lavoro
americano, che sta supportando il Bund, la persistente
incertezza sulla manovra correttiva dei conti pubblici.
 "Questo continuo avanti e indietro di annunci e smentite
sicuramente non contribuisce a far rientrare gli investitori,
anzi espone il fianco alla speculazione" commenta un dealer di
uno dei maggiori istituti di credito italiani.
 "Non è una questione di singoli provvedimenti, è proprio
l'impianto generale che non convince e il fatto che tutto venga
rimesso continuamente in discussione" spiega un secondo dealer
da Milano.
 A fronte del clima d'incertezza, lo spread tra titoli
italiani a dieci anni nei confronti dei corrispettivi tedeschi,
prima dell'intervento della Bce, arrivato a metà mattina, si era
allargato in mattinata fino a 317,3 punti base rispetto ai 304
della chiusura di ieri mentre il rendimento del decennale
italiano aveva toccato un picco del 5,23% IT10DE10=TWEB
IT10YT=TWEB.
  Un operatore da Londra ha parlato di acquisti titoli sulle
"scadenze tra i 2 e 10 anni", mentre un secondo dealer da
Amsterdam si è limitato a confermare l'intervento
[ID:nLDE78108H].
 L'intervento, arrivato poco dopo le 10,30, ha però offerto
solo un sollievo temporaneo.
 Lo spread è ritracciato fino a un minimo di 312 punti base
mentre il rendimento del dieci anni è sceso fino al 5,20%. Ma
già intorno alle 12,15 il tasso del diec anni era risalito al
5,24% mentre il divario tra Btp e Bund si è nuovamente
riallargato al 319 punti base.
 "L'azione della Bce non può durare all'infinito e questo il
mercato lo sa bene" evidenzia il dealer milanese, sottolineando
come siano riprese le vendite sui contratti futures del Btp, che
avevano carattterizzato i momenti più aspri del selloff agostano.
 
 -------------------------- 12,30 ------------------------------
FUTURES BUND SETTEMBRE FGBLU1    135,85   (+0,57)
FUTURES BTP  SETTEMBRE FBTPU1    105,96   (-0,73)
BTP 2 ANNI (GIU 13) IT2YT=RR*     97,49   (-0,12)   3,519%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT    97,13   (-0,37)   5,186%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=RR*   83,53   (-0,55)   6,382%
*su schermi Reuters in assenza di scambi su Mts
========================  SPREAD (PB) ==========================
                                          ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5         6                -5
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       352               280
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       314               300
livelli minimi/massimi            309,1-315,2       297,0-300,5
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      319               304
livelli minimo/massimo            312,0-319         297,5-305,3
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       337               328
SPREAD BTP 2/10 ANNI                  --               180,5
SPREAD BTP 10/30                      --               117,2
=============================================================