Manovra, da condono 2002 possibile incasso 1 mld su 4 -Befera

giovedì 1 settembre 2011 12:45
 

ROMA, 1 settembre (Reuters) - Solo un miliardo dei quattro non ancora incassati a valere sul condono tombale del 2002 potrà essere recuperato.

Lo ha detto il direttore generale dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, parlando con i giornalisti a margine dei lavori parlamentari.

"Di quei crediti circa 1 miliardo sono all'interno di procedure concorsuali [fallimenti]. Per un altro miliardo e mezzo, circa, fanno capo a persone che hanno una massa rilevantissima di altri debiti, con il fisco e contributivi, che rendono difficile il recupero o fanno capo a persone irreperibili. Solo un miliardo potrà essere recuperato e stiamo procedendo soprattutto con l'accesso bancario [blocco dei fondi sui conti correnti]", ha risposto Befera ai giornalisti che gli chiedevano della segnalazione della Corte dei Conti su quei quattro miliardi di crediti non ancora incassati.

Befera ha voluto ricordare che "comunque quei quattro miliardi sono il rimanente dei 30 da incassare e di cui 26 già arrivati".

Nel corso dell'audizione al Senato sul decreto 138 che contiene la manovra di Ferragosto il presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino, aveva segnalato quel sospeso ancora da incassare sul condono del 2002.

(Alberto Sisto)