PUNTO 2-Italia,da qui a fine anno funding per meno di 30% totale

mercoledì 31 agosto 2011 18:47
 

(riscrive aggiungendo dichiarazioni Tesoro su articolo Wall Street Journal, background)

MILANO, 31 agosto (Reuters) - Il Tesoro italiano ha già emesso più del 70% dei 430 miliardi di euro di titoli di Stato che ha in programma di collocare in totale nell'intero 2011.

Lo spiega il Tesoro, specificando che l'ammontare ancora da collocare "sarà suddiviso all'incirca 50% e 50% tra titoli a medio-lungo e a breve termine".

Il 30% delle emissioni totali equivarrebbe a titoli di Stato per 129 miliardi di euro. Le emissioni residue attese si collocano quindi al di sotto di questa soglia.

Con questa precisazione contenuta in una email, il Tesoro risponde a un articolo del Wall Street Journal di oggi che sostiene che l'Italia deve ancora emettere debito per 134,4 miliardi di euro, calcolando che si tratta del 48% dei 281 miliardi che si era prefissata di raccogliere nell'anno.

"I dati e le cifre riportati dall'articolo del 31 agosto sono errati e, quello che è più serio, è che danno al lettore una percezione molto distorta della capacità di finanziamento dell'Italia", dice il Tesoro.

Secondo il ministero le emissioni lorde totali per il 2011 ammontano, invece, a 430 miliardi. La percentuale del 48% relativa al funding ancora da completare entro la fine dell'anno risulta quindi da un calcolo errato ed è ben superiore al quota effettiva.

La cifra riguardo alle emissioni totali del Wall Street sembra non conto dei titoli a breve scadenza, dice ancora il Tesoro.   Continua...