Grecia, Efsf propone azioni banche come collaterale - stampa

mercoledì 31 agosto 2011 11:07
 

HELSINKI, 31 agosto (Reuters) - La Finaldia e altri paesi della zona euro potrebbero ottenere azioni delle banche greche come collaterale dei prestiti concessi ad Atene. Lo scrive il quotidiano tedesco Handelsblatt.

La proposta, secondo quanto scritto dal giornale, che non cita fonti, sarebbe stata avanzata ai ministri finanziari dell'area euro dal capo dell'Efsf Kalus Regling e potrebbe essere discussa già all'inizio della prossima settimana.

Il secondo piano di aiuti alla Grecia, previsto di complessivi 109 miliardi di euro, ne destina circa 20 alle banche del paese. In cambio gli istituti verrebbero parzialmente nazionalizzati e le loro azioni utilizzate quindi come collaterale, si legge nell'articolo.

Ad inizio agosto era emerso un accordo tra Finalndia e Grecia per la concessione di collaterale in cambio della partecipazione di Helsinki al piano di aiuti. Un accordo cui seguirono richieste analoghe da parte di altri paesi tra cui Austria, Olanda, Slovenia e Slovacchia, mettendo a repentaglio, secondo molti osservatori, il buon esito del piano stesso.