Btp deboli, pesano aste, spread sopra 300 pb per acquisti Bund

martedì 30 agosto 2011 17:54
 

MILANO, 30 agosto (Reuters) - Chiusura nel segno della
debolezza per il secondario italiano in una seduta
caratterizzata da aste di titoli a media-lunga scadenza dagli
esiti non brillanti [ID:nLDE77S0MP] e dall'intervento delle
banche centrali che hanno massicciamente acquistato sui tratti
cinque e dieci anni, con rendimenti che restano a livelli
elevati [ID:nLDE77T0J4]. 
 Lo spread si è mantenuto elevato anche per via dei forti
acquisti registrati sul Bund sulla scia dei Treasuries. Il
deludente dato sulla fiducia dei consumatori Usa, attestatosi ad
agosto ai minimi di due anni, ha infatti innescato una corsa ai
titoli rifugio [ID:nLDE77T0KT].
 "Le aste non sono andate benissimo rispetto alle aspettative
in termini di domanda" dice un trader. "Quindi dopo le aste i
titoli sono stati venduti sul secondario. L'acquisto da parte
delle banche centrali ha un po' migliorato la situazione, ma lo
spread resta alto per i forti acquisti sul Bund".
 Il ministero dell'Economia ha assegnato un totale di 7,735
miliardi di euro, poco meno dell'importo massimo della forchetta
di 6-8 miliardi, nelle aste a medio-lungo termine su Btp e CCTeu
che hanno visto rendimenti in calo rispetto ai picchi del
collocamento precedente [ID:nTAR001500].
 "Va detto che il Tesoro è comunque riuscito a raccogliere
oltre 7 miliardi di euro, anche se abbiamo davanti settembre, un
mese non facile" dice la trader.
 A smorzare quindi gli entusiasmi per un asta considerata
tutto sommato positiva è quindi anche la consapevolezza dei
pesanti rimborsi che aspettano il comparto da settembre. 
 "Il giudizio sulle aste è positivo anche se va ricordato che
ci sono rimborsi pesanti sui Btp in settembre, 17,9 miliardi ad
inizio mese, 14,5 a metà mese" ha detto Chiara Manenti di Intesa
SanPaolo.
 "Troviamo difficile essere eccitati dal fatto che le aste di
oggi siano andate, dato che Italia e Spagna devono rifinanziarsi
due volte al mese" ha invece ricordato David Schnautz di
Commerzbank.
 Lo spread ha toccato il massimo di seduta a 303 punti base
in corrispondenza dei collocamenti, per poi scendere dopo
l'avvio degli interventi della Bce. Sulla risalita del Bund è
però tornato al di sopra dei 300 punti base. 
 
--------------------------- 17,39 ------------------------------
FUTURES BUND SETTEMBRE FGBLU1    135,30   (+0,91)
FUTURES BTP  SETTEMBRE FBTPU1    106,79   (-0,33)
BTP 2 ANNI (GIU 13) IT2YT=RR      97,65   (-0,15)   3,414%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT    97,77   (-0,15)   5,100%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    86,37   (-0,73)   6,086%
 ====================  SPREAD (PB) ==========================
                                          ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5         5                 3
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       285               268
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       298               286
livelli minimi/massimi            287,7-300,7       283,8-297,1
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      301               297
livelli minimo/massimo            292,5-302,7       288,8-300,6
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       310               298
SPREAD BTP 2/10 ANNI                  168,6              --
  SPREAD BTP 10/30                     98,6              94,5
=============================================================