PUNTO 2 - Frequenze, offerte a 2,3 mld per asta 4G - Ministero

martedì 30 agosto 2011 18:12
 

(unisce pezzi)

ROMA, 30 agosto (Reuters) - Il ministero dello Sviluppo economico comunica di aver ricevuto offerte iniziali per le frequenze messe all'asta in favore della banda larga mobile per 2,3 miliardi.

Lo si legge in una nota del ministero.

"Oggi, presso il Dipartimento comunicazioni del ministero dello Sviluppo economico, sono state aperte in seduta pubblica le offerte economiche presentate dalle società ammesse alla gara - Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione), Vodafone (VOD.L: Quotazione), Wind e H3G 0013.HK - per l'utilizzo delle frequenze 4G (in banda 800, 1800, 2000, 2600) Le offerte iniziali vincolanti presentate ammontano a un totale di 2,3 miliardi di euro", dice la nota.

Da domani, si legge ancora, "comincerà l'asta nella quale i partecipanti, a partire da tale importo, potranno effettuare rilanci che incrementino l'ultima offerta in graduatoria di almeno il 3 per cento".

Il meccanismo di gara lascia la possibilità alle società di rilanciare anche sui lotti non oggetto della propria offerta presentata nella seduta di oggi, spiega il ministero.

La graduatoria sarà consultabile sul portale del ministero dello Sviluppo economico all'indirizzo www.sviluppoeconomico.gov.it.

Il 14 luglio il ministro dello sviluppo economico, Paolo Romani, ha detto che se tutte le frequenze saranno vendute al prezzo minimo l'incasso sarà di 3,1 miliardi.   Continua...