Comune Milano,asimmetria informativa in stipula derivati-Tabacci

lunedì 29 agosto 2011 14:17
 

MILANO, 29 agosto (Reuters) - Secondo l'assessore al Bilancio del comune di Milano, Bruno Tabacci, si è verificata una situazione di 'asimmetria informativa' tra banche e Comune, al momento della stipula dei contratti derivati nel 2005.

"La mia sensazione è che all'atto in cui si sono consumate quelle vicende ci fosse un'asimmetria informativa che le banche hanno sfruttato a loro favore" ha spiegato Tabacci, a margine della manifestazione di protesta dei sindaci, organizzata oggi a Milano dall'Anci, contro i tagli agli enti locali previsti nella manovra.

La vicenda ha al centro lo swap trentennale del 2005 tra il comune di Milano e le banche su un bond bullet da 1,68 miliardi di euro in scadenza nel 2035. Sono attualmente a processo con l'imputazione di truffa aggravata ai danni di Palazzo Marino Jp Morgan (JPM.N: Quotazione), Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), la filiale londinese di Ubs UBSN.VX e quella di Dublino di Depfa Bank, insieme a due ex-funzionari del Comune e 11 funzionari degli istituti di credito.

L'accusa sostiene che gli imputati abbiano truffato Palazzo Marino guadagnando illecitamente oltre 100 milioni di euro.