Manovra,se mercati vedessero pareggio spread a 100-Confindustria

giovedì 25 agosto 2011 11:02
 

ROMA, 25 agosto (Reuters) - Se i mercati finanziari credessero che l'Italia raggiungerà il pareggio di bilancio nel 2013 lo spread sarebbe di 100 punti e non di 290 come è oggi.

Lo ha detto il direttore generale di Confindustria, Giampaolo Galli nel corso dell'audizione sulla manovra correttiva di Ferragosto al Senato.

"Se i mercati credessero che l'Italia raggiungerà il pareggio nel 2013 lo spread sarebbe a 100 non a 290 punti come è oggi. Dobbiamo riuscire a convincerli. Quando saremo vicino a quel risultato lo spread sarà prossimo allo zero", ha detto il manager rispondendo ad una domanda di un senatore.

Nel corso dell'audizione Galli ha anche detto che "se arriveremo al pareggio di bilancio nel 2013 questo sarà sufficiente per far scendere il debito ad un ritmo anche maggiore anche di quello richiesto dalla Ue. E questo anche nel caso di bassa crescita".

(Alberto Sisto)