Manovra, Lega vuole più sviluppo, difenderà comuni - Reguzzoni

venerdì 19 agosto 2011 08:51
 

ROMA, 19 agosto (Reuters) - La Lega Nord si attiverà in Parlamento perchè la manovra di Ferragosto contenga maggiori misure a favore della crescita e meno tagli agli enti locali.

"Se non cresciamo siamo morti", dichiara Marco Reguzzoni, capogruppo leghista a Montecitorio, in una intervista al Corriere.

Alla domanda se sia meglio ripensare il capitolo previdenza, che per volontà della Lega è stato oggetto di interventi soft, o i tagli ai comuni che nel biennio ammontano a 9,2 miliardi Reguzzoni risponde: "Certamente difenderemo le prerogative essenziali del pubblico: sanità, enti locali...Su questo daremo battaglia".

Quanto alla proposta di Umberto Bossi di riportare il Tfr in busta paga, Reguzzoni dice: "E' un'ipotesi, appunto, a cui sta lavorando (il ministro dell'Economia Giulio) Tremonti. Di più non so dire".