SCHEDA - Manovra governo, i nuovi interventi voluti dalla Bce

martedì 16 agosto 2011 19:01
 

 16 agosto (Reuters) - Il governo ha approvato il 12 agosto
nuovi interventi urgenti per ristrutturare la manovra di luglio
in modo da raggiungere il pareggio di bilancio nel 2013, con un
anno di anticipo come richiesto dalla Banca centrale europea per
riportare la fiducia sui mercati. 
 
 * OBIETTIVI DI FINANZA PUBBLICA E MACRO
 -Deficit
 Dovrà fermarsi al 3,8% del Pil quest'anno, all'1,4% il
prossimo e avvicinarsi a zero nel 2013, secondo le indicazioni
di fonti governative.
 Le precedenti stime del governo erano rispettivamente 3,9%,
2,7% e 1,5% nel 2013. 
 Rispetto al percorso individuato in luglio, ha detto il
ministro dell'Economia, l'Italia ha dovuto rafforzare a 25,7
miliardi la correzione sul 2012 e a 49,8 miliardi quella sul
2013, anticipando e individuando misure che erano state previste
ma non del tutto dettagliate per il 2013 e il 2014.
 Viene anticipata a quest'anno la delega per la riforma
fiscale e assistenziale dalla quale sono previsti 4 miliardi di
risparmi per il 2012 e 12 miliardi nel 2013.
 Se le nuove norme non fossero efficaci scatterebbe la
clausola di salvaguardia, ossia una sforbiciata alle
agevolazioni fiscali o in alternativa anche parziale un aumento
delle imposte indirette come l'Iva.
 Una delle critiche alla precedente manovra era stata quella
di rimandare gran parte dei tagli a dopo le elezioni politiche
previste nel 2013.
 
 - Crescita
 Il governo ha detto che al momento non prevede di rivedere
le stime di crescita a seguito della nuova manovra correttiva
(+1,1% in 2011, +1,3% in 2012, +1,5% in 2013).
 
 * USCITE
 - Pensioni.
 Intervento soft dopo lo stop della Lega Nord. L'applicazione
al comparto scuola delle norme sul pensionamento nel pubblico
impiego rende 100 milioni di risparmi nel 2012 e 1.031 milioni
nel 2013.
 Viene anticipato al 2016 l'incremento graduale a 65 anni
dell'età di pensionamento delle donne occupate nel settore
privato che andrà a regime nel 2028. La manovra di luglio
prevede che la misura inizi nel 2020 e vada a regime dal 2032.
  Giulio Tremonti ha spiegato che la manovra blocca le
promozioni in prossimità del pensionamento.
 
 - Enti locali
 Regioni ed enti locali si vedranno tagliati i trasferimenti
di 6 miliardi nel 2012 (di cui 1,7 miliardi riguarderanno i
Comuni, 0,7 miliardi le Province, 1,6 miliardi le Regioni a
statuto ordinario e 2 miliardi le Regioni a statuto
straordinario) e di 3,2 miliardi nel 2013.
 Prevista l'abolizione di 29-35 Province e l'accorpamento dei
Comuni con meno di 1.000 abitanti (1.970), misura che porterà
all'abolizione di circa 54.000 poltrone, secondo Silvio
Berlusconi. Il numero dei consiglieri regionali passa da 775 a
610. Sui tre livelli, regionale, provinciale e comunale, il
numero dei dipendenti passerà da 140.000 unità a 53.000 circa.
 La relazione tecnica non quantifica i risparmi attesi da
queste ultime misure.
 
 - Ministeri
 I costi dei ministeri vengono ridotti di 6 miliardi nel 2012
e di 2,5 nel 2013.
 Con apposito decreto del Presidente del Consiglio verranno
individuati i corrispondenti obiettivi in termini di saldo netto
da finanziare da ripartire tra i ministeri.
 
 - Dipendenti pubblici
 Sale a 24 mesi dagli attuali 6 il pagamento del Tfr. Da
questa norma sono attesi risparmi per 330 milioni nel 2012 e
1.065 nel 2013.
 
 - Costi politica
 Soppressi tutti gli enti fino a 70 dipendenti. Il Cnel passa
da 121 dipendenti a 70.
 Parlamentari e dirigenti pubblici utilizzeranno la classe
economica tranne che per i voli intercontinentali.
 Per deputati e senatori previste riduzioni delle indennità e
delle spettanze in base al reddito e all'effettiva
partecipazione ai lavori parlamentari.
 Anche in questo caso la relazione tecnica non contiene stime
sui risparmi ottenibili.
 
 * ENTRATE
 - Prelievo 2011-2013 sui redditi più alti dei lavoratori del
settore privato sulla falsariga di quanto già fatto per il
pubblico impiego. Si tratta di un taglio del 5% per la parte
eccedente i 90.000 euro annui di retribuzione e del 10% per
quella oltre i 150.000 euro, per tre anni.
 Possibile optare per l'applicazione ai fini Irpef
dell'aliquota del 48% sullo scaglione di reddito superiore a
75.000 euro.
 La misura si applica anche ai parlamentari in forma doppia,
(ossia 10 e 20%) e non deducibile.
 I ricavi previsti ammontano nel triennio a 3,8 miliardi di
cui 674,4 milioni nel 2012, 1.557 nel 2013 e 1.586 nel 2014.
 - Rendite finanziarie
 Il prelievo sulle rendite finanziarie viene armonizzato al
20% ad eccezione dei titoli di Stato per i quali l'aliquota
rimane al 12,5%. Attualmente sui depositi bancari si paga il 27%
e su azioni e dividendi il 12,5%.
 Il gettito previsto è di 1.494 milioni nel 2012, 1.724 nel
2013, 1.942 nel 2014 e 2015.
 
 - Robin tax per il settore energetico
 L'addizionale Ires per il settore energetico viene aumentata
di quattro punti percentuali al 10,5% ed estesa alle società di
trasporto di elettricità e gas come Terna e Snam Rete Gas e ai
produttori di energia da fonti rinnovabili (biomasse, eolico e
fotovoltaico).
 Da questa misura sono attesi 1,8 miliardi nel 2012, 900
milioni nel 2013 e 2014.
 
 - Giochi, accise su tabacchi
 Da questa voce il governo si attende non meno di 1,5
miliardi dal 2012
 
 * MISURE DI STIMOLO ALL'ECONOMIA 
 Privatizzazioni
 - Meccanismo di incentivo per la privatizzazione dei servizi
pubblici locali, ad eccezione dell'acqua, e liberalizzazione
delle professioni.
 La norma prevede che una quota del Fondo infrastrutture
nell'ambito del Fas nel limite di 250 milioni di euro per l'anno
2013 e 250 milioni di euro per l'anno 2014 sia destinata a
investimenti infrastrutturali effettuati dagli enti territoriali
che procedano, entro il 2012 e il 2013 alla dismissione di
partecipazioni azionarie.
 Per il resto del patrimonio in mano allo Stato Tremonti ha
detto che il governo "sta studiando ipotesi di privatizzazione"
 
 * MISURE ANTI EVASIONE 
 - Abbassata a 2.500 euro da 3.000 euro la soglia per i
pagamenti in contanti.
 
 * MERCATO LAVORO
 - La manovra prevede la retroattività dell'accordo sulla
contrattazione aziendale raggiunto da Confindustria e sindacati
a giugno legittimando i contratti degli impianti Fiat FIA.MI
di Pomigliano, Mirafiori e Bertone.
 
 * FESTIVITA'
 - Previsto l'accorpamento nelle domeniche di tutte le
festività ad eccezione di quelle religiose. 
 
 -- Per una SCHEDA sulla manovra di luglio cliccare su 
[ID:nLDE76D1CC]