Eurobond non aiuterebbero soluzione crisi - Merkel

martedì 16 agosto 2011 18:51
 

PARIGI, 16 agosto (Reuters) - L'emissione di eurobond non aiuterebbe la soluzione della crisi attuale. Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel al termine del vertice con il presidente francese Nicolas Sarkozy.

"La questione è cosa è giusto fare per superare l'attuale fase della crisi [...] In questo contesto la gente spesso dice che l'ultima possibilità sono gli eurobond" ha detto Merkel.

"Io non credo che l'Europa sia al punto di dover ricorrere alla sua ultima possibilità, né che si possano risolvere questi problemi con quello che ho definito con una bang. E quindi credo che quello che stiamo proponendo qui sono i mezzi per risolvere la crisi giusto ora e riguadagnare la fiducia, passo dopo passo... Non credo che gli eurobond ci aiuteranno in questo".

Sugli eurobond, Sarkozy ha detto che sono concepibili solo al termine di un processo di integrazione nell'ambito della zona euro, e di condividere la tessa posizione della Germania.

Come Sarkozy, Merkel ha detto di essere fermamente intenzionata a difendere la moneta unica.

"Germania e Francia si sentono assolutamente in dovere di rafforzare l'euro come valuta comune e di svilupparla ulteriormente. È totalmente chiaro che perché ciò accada, abbiamo bisogno di una più forte interazione di politica finanziaria ed economica nella zona euro" ha detto la cancelliera.

Merkel si è detta convinta del ritorno della fiducia sui mercati e ha dichiarato che la Commissione Ue dovrebbe ottenere più poteri più ampi per agire contro paesi inadempienti rispetto alle regole fiscali.

La cancelliera ha affermato che si stanno ancora soffrendo le conseguenze della crisi internaizonale e che la Germania ha comunque raggiunto livelli pre-crisi, dichiarando che il 2011 sarà un anno di buona crescita per Berlino e Parigi.