Btp poco mossi, rendimento 10a sotto 5%, manovra non fra driver

martedì 16 agosto 2011 17:41
 

MILANO, 16 agosto (Reuters) - Lo spread fra i tassi dei
decennali di riferimento italiano e tedesco si move attorno a
quota 270 punti base in un mercato sostanzialmente stabile,
sollecitato secondo i dealer più dagli acquisti delle banche
centrali che dalla nuova manovra del governo Berlusconi.
 "Quello che ha mosso i mercati stamane era stato il dato sul
Pil tedesco, che ha nettamente deluso le attese. Poi ci sono
stati gli acquisti della Bce che hanno sollecitato Italia e
Spagna" dice una trader da Londra. 
 L'economia tedesca ha registrato una crescita inferiore alle
attese nel secondo trimestre, con una revisione al ribasso anche
per il dato dei primi tre mesi dell'anno [ID:nLDE77F03E], mentre
stamattina si sono visti interventi della Bce sul secondario
prevelantemente italiano e in misura minore spagnolo
[ID:nLDE77F0CZ]. Non si sono visti interventi nel pomeriggio.
 Per quanto riguarda l'azione del governo "i lavori del
week-end alla manovra non hanno mosso i mercati non perché la
manovra non sia importante, anzi, ma perché deve essere ancora
trasformata in legge. Inoltre era per lo più già attesa. Certo,
non si conoscevano i dettagli tecnici, ma quelli non sono ancora
totalmente chiari neanche adesso", dice la trader.
 "A farla da padrona oggi è l'attesa degli esiti
dell'incontro Merkel-Sarkozy" precisa.
 Il presidente francese Nicholas Sarkozy e la cancelliera
tedesca Angela Merkel s'incontrano oggi a Parigi per discutere
delle ulteriori misure da intraprendere per contenere la crisi
debitoria della zona euro, che ora si sta estendendo al cuore
della regione [ID:nLDE77F0EQ].
 Secondo altri operatori del mercato, la povertà della
reazione del mercato alla manovra è da attribuirsi comunque alla
scarsa fiducia che il governo italiano sta riuscendo a
trasmettere ai mercati per via dei diverbi interni alla stessa
maggioranza.
 "Stamo assistendo a modifiche in corso d'opera a un decreto
legge che dovrebbe essere convertito in legge ai primi di
settembre. Con una dialettica serrata non soltanto fra
maggioranza e opposizione, ma anche all'interno della stessa
maggioranza" dice Matteo Regesta, strategist di Bnp Paribas.
 Nel pomeriggio il rendimento del decennale italiano di
riferimento sulla piattaforma Tradeweb è sceso sotto il 5% per
la prima volta d a 5 settimane, testando un minimo di 4,979%
IT10YT=TWEB. Lo scorso 5 agosto il tasso si è spinto a un
massimo in area 6,4%, nella seduta successiva la Bce avrebbe
iniziato ad acquistare carta italiana sul secondario.
 Di seguito in tabella i valori della chiusura odierna 
raffrontati ai livelli di chiusura di venerdì (pre-manovra),
dopo un lunedì di inattività dei mercati italiani e con scarsi
scambi su quelli esteri.

=========================== 17,30=========================
FUTURES BUND SETTEMBRE FGBLU1    133,10   (+0,17)
FUTURES BTP  SETTEMBRE FBTPU1    106,98   (+0,28)
BTP 2 ANNI (GIU 13) IT2YT=TT      97,73   (+0,04)   3,337%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT    98,58   (-0,17)   4,991%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT*   88,58   (+0,56)   5,935%
* quotazioni da schermi Reuters in assenza di scambi Mts
====================  SPREAD (PB) ==========================
                                          ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        -3                 8
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       275               284
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       269               269
livelli minimi/massimi            264,0-276,6       270,8-288,5
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      270               270
livelli minimo/massimo            265,9-277,1       265,5-279,4
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       277               297
BTP 2/10 ANNI                         165,4             164,6
BTP 10/30 ANNI                        --                109,1
=============================================================
 
 (Irene Chiappisi)