Pensioni,governo valuta aumento età non taglio assegni-Formigoni

venerdì 12 agosto 2011 15:02
 

ROMA, 12 agosto (Reuters) - Nell'ambito degli interventi correttivi da 20 miliardi di euro per il 2012 il governo valuta un aumento dell'età di pensionamento ma non un taglio degli assegni dei pensionati.

E' quanto ha riferito il governatore della Regione Lombardia Roberto Formigoni al termine dell'incontro di stamani con il governo a palazzo Chigi.

"SI sta discutendo di una pluralità di interventi tra cui c'è l'aumento dell'Iva, il contributo di solidarietà e l'aumento dell'età pensionabile, non ci sarebbero tagli alle pensioni", ha risposto Formigoni alla domanda come saranno trovati i miliardi che ancora mancano per centrare il nuovo obiettivo di deficit/pil per il prossimo anno.

"Credo che muovendosi su queste tre voci si possono far quadrare i conti e trovare gli 8 miliardi mancanti" per il 2012.

In precedenza Formigoni aveva detto che la manovra per il 2012 è di 20 miliardi e che 6 miliardi verranno da una riduzione dei costi dei ministeri e altrettanti dal taglio dei trasferimenti a Regioni ed enti locali.

(Roberto Landucci)