Italia, entrate erario primi 6 mesi a 183,2 mld (+1%) -Finanze

venerdì 12 agosto 2011 11:57
 

ROMA, 12 agosto (Reuters) - Nel primi sei mesi del 2011 le entrate tributarie erariali si sono attestate a 183,217 miliardi, con un incremento dell'1% o di 1,857 miliardi sullo stesso periodo del 2010, secondo i dati forniti dal dipartimento delle Finanze.

In particolare, il gettito Ire presenta una crescita dello 0,9% (+696 milioni di euro), il gettito Ires scende da 11.842 a 9.962 milioni; le imposte indirette complessivamente fanno registrare un aumento del 4,9% (+4.063 milioni di euro) rispetto al corrispondente periodo del 2010.

Il gettito Iva evidenzia un incremento tendenziale del 3,3%; le entrate relative ai giochi, nel complesso, presentano una crescita del 20,1% (+1.177 milioni di euro) trainata, in particolare, dai proventi del lotto (+39,9% pari a +958 milioni di euro) e dalle entrate degli apparecchi e congegni di gioco (+13,4% pari a +230 milioni di euro).

Il gettito delle imposte sulle transazioni è in linea con quello dell'analogo periodo dell'anno precedente, al netto di un'entrata eccezionale registrata nel mese di febbraio 2010.

Positivo anche l'andamento degli incassi da ruoli relativi ad attività di accertamento e controllo che hanno fatto registrare un incremento tendenziale del 32,4% (+791 milioni di euro), spiega la nota.

Bene le entrate dell'imposta di consumo sul gas metano (+14,3% pari a +314 milioni di euro) mentre risulta in leggera flessione il gettito dell'imposta sugli oli minerali (-1,4% pari a -124 milioni di euro) che risente della contrazione dei consumi dei prodotti energetici registrata nei mesi precedenti.