Crisi, Confindustria contro patrimoniale, per tagli spesa-fonte

mercoledì 10 agosto 2011 19:14
 

ROMA, 10 agosto (Reuters) - La Confindustria è contraria all'introduzione di una tassa sui patrimoni per raggiungere il pareggio di bilancio con un anno di anticipo nel 2013 come promesso dal governo italiano alla Banca centrale europea per fronteggiare la crisi dei debiti sovrani della zona euro.

Al termine dell'incontro di oggi a Palazzo Chigi, una fonte dell'associazione degli industriali dice che il governo deve varare "il 16 o il 18 agosto misure che taglino la spesa pubblica e provvedimenti sulla tracciabilità dei contanti per rafforzare la lotta contro l'evasione fiscale".

Confindustria ritiene giusto "che in questo momento di emergenza chi ha di più possa dare un po' di più ma è contraria a una patrimoniale", ha aggiunto la fonte.

Per la presidente Emma Marcegaglia, poi, occorre lavorare su crescita, liberalizzazioni e privatizzazioni.

"Sul tema del lavoro ribadiamo l'autonomia delle parti sociali".