Crisi, Italia anticipa pareggio bilancio al 2013 - Berlusconi

venerdì 5 agosto 2011 20:19
 

ROMA, 5 agosto (Reuters) - Il governo ha deciso di anticipare il pareggio di bilancio al 2013 dal 2014.

Lo hanno annunciato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il ministro dell'Economia Giulio Tremonti nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi.

"Lavoreremo per un'accelerazione delle misure introdotte in manovra con quindi la possibilità di raggiungere il pareggio di bilancio anticipatamente nel 2013", ha spiegato Berlusconi.

"Questo avverrà non modificando la struttura normativa [della manovra da 48 miliardi approvata il 15 luglio] ma anticipando la tempistica della normativa a partire dalla delega assistenziale", ha aggiunto Tremonti.

Berlusconi ha precisato che il governo punta a fare approvare dal parlamneto entro settembre la delega assistenziale e fiscale.

"Pensiamo di chiedere a presidenti di camera e senato di convocare le commissioni nei prossimi giorni per far si che questa norma possa essere legge nei prossimi mesi mesi se non entro il mese di settembre", ha detto il premier.

Inoltre, il governo vuole introdurre in Costituzione il vincolo del pareggio di bilancio e quello che Tremonti ha definito "la madre di tutte le privatizzazioni": il principio che è permesso tutto ciò che non è esplicitamente vietato.

Il rilancio dell'economia avverrà anche attraverso un intervento sul mercato del lavoro da concordare con le parti sociali, ha continuato Tremonti.

(Giuseppe Fonte, Francesca Piscioneri e Roberto Landucci)