Bank Austria (Unicredit), profitti sem1 +52%, Core Tier 1 a 10%

giovedì 4 agosto 2011 12:49
 

VIENNA, 4 Agosto (Reuters) - Bank Austria, del gruppo UniCredit CRD.MI, ha incrementato i suoi profitti semestrali del 52%, a 640 milioni di euro da 422 milioni, grazie al positivo andamento degli impieghi e alla diminuzione degli accantonamenti, più che compensando la svalutazione sui bond sovrani della Grecia. L'istituto leader sul mercato dell'Europa centro-orientale (CEE) ha avuto accantonamenti più bassi di un quinto rispetto a un anno fa, portando l'utile operativo netto a crescere del 15%.

Il risultato sconta l'effetto straordinario della svalutazione di 100 milioni di euro sui bond governativi greci, effettuata dal gruppo nell'ambito del suo contributo al pacchetto di salvataggio di Atene.

Il Ceo Willibald Cernko ha detto che la crescita dell'utile arriva dopo un periodo di bassa crescita e che i guadagni non hanno ancora raggiunto i livelli pre-crisi.

"Dobbiamo incrementare la nostra capacità di fare utili per venire incontro alle richieste di un maggior accumulo di capitali", ha detto il Ceo.

Il Core Tier 1 di Bank Austria si è attestato a 10,02%, in leggera discesa da 10,04% alla fine del 2010. Il Cfo Francesco Giordano ha detto che la banca è in una buona posizione per riuscire a soddisfare le regole di Basilea III sulle riserve patrimoniali degli istituti.

Gianni Franco Papa, presidente della divisione CEE di Bank Austria, ha detto che a guidare la performance regionale sono state Russia e Croazia.

L'Ebit della divisione CEE è cresciuto del 34% nel semestre.