Crisi, Italia solida colpita da crisi planetaria - Berlusconi

mercoledì 3 agosto 2011 18:19
 

ROMA, 3 agosto (Reuters) - La situazione economica e finanziaria dell'Italia è solida ma i mercati, scossi da una crisi planetaria, non riescono a riconoscere il vero valore dei suoi titoli di debito e delle sue banche.

E' la sostanza del discorso appena concluso dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi alla Camera dopo che la tensione degli investitori ha portato al massimo degli ultimi 14 anni i rendimenti sui bond della Repubblica.

Berlusconi non ha accennato a nuove strette sui conti ma ha confermato la validità della manovra da 48 miliardi di euro approvata il mese scorso per centrare nel 2014 l'obiettivo del pareggio di bilancio.

Domani, nell'incontro con le parti sociali, il governo presenterà un piano per la stabilità e la crescita e una bozza per la riforma dello Statuto dei lavoratori.

Affiancato dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti, con il quale i rapporti sono da mesi così tesi da aver dato adito a ipotesi di una crisi di governo, Berlusconi ha detto che "la stabilità politica è da sempre l'arma vincente contro la speculazione".

Nessun accenno alla volontà di far posto a un altro governo, dunque, come richiesto dalle opposizioni.

"Abbiamo la maggioranza e fra due anni vogliamo consegnare agli italiani un paese più forte".