Seat, fondi azionisti pensano a rafforzamento patrimoniale-fonte

lunedì 1 agosto 2011 17:25
 

MILANO, 1 agosto (Reuters) - I fondi di private equity azionisti di Seat Pagine Gialle PGIT.MI stanno pensando a rafforzare la società dal punto di vista patrimoniale, nell'ambito dell'operazione di ristrutturazione del debito.

Quindi a fianco della conversione in azioni della società del bond Lighthouse da 1,3 miliardi di euro in scadenza nel 2014, per cui sono iniziate ufficialmente le trattative in questi giorni, è possibile un sostegno da parte degli azionisti.

I fondi che detengono la maggioranza del capitale sono: Cvc, Permira e Investitori Associati. Non è detto che tutti e tre partecipino a un'eventuale patrimonializzazione.

"Nel cda Seat della scorsa settimana si sono valutate una serie di ipotesi, se ne sono scartate alcune e si è considerata come praticabile la conversione del bond in azioni, da accompagnare però a un rafforzamento patrimoniale del gruppo", dice una fonte vicina alla vicenda.

"Sull'argomento non c'è unanimità tra i fondi", aggiunge.

"Cvc probabilmente, nell'ambito di un'operazione finalizzata alla ristrutturazione del debito e al sostegno industriale del gruppo, non esclude un rafforzamento patrimoniale", dice la fonte. "Lo ha già fatto in altre situazioni".

Nei giorni scorsi due fonti hanno detto che la scorsa settimana si è tenuto un consiglio in cui la società, come è prassi in operazioni di questo tipo, ha deciso di farsi carico degli oneri legati agli adviser nel caso si arrivasse a un accordo, dando il via libera formale alle trattative.

Una fonte ha detto che tra le parti c'è già un'intesa di massima sulla conversione almeno parziale del bond.

Potrebbe essere realizzata un'operazione mista, con una conversione del bond da associare a un aumento di capitale o a un'operazione simile.   Continua...