August 1, 2011 / 8:09 AM / 6 years ago

PUNTO 1 - Usa, Obama annuncia accordo su aumento tetto debito

4 IN. DI LETTURA

(Aggiunge dettagli, background)

* Repubblicani e Democratici discuteranno piano in mattinata

* Voto atteso prima in Senato, poi alla Camera.

* Occhi a valutazioni agenzie rating

WASHINGTON, 1 agosto (Reuters) - Dopo mesi di discussioni al vetriolo, il presidente Usa Barack Obama ha annunciato nella notte italiana che i leader democratici e repubblicani hanno raggiunto un accordo, che verrà votato oggi, per alzare il tetto del debito statunitense ed evitare così un default senza precedenti.

Secondo il presidente, questo accordo permette di evitare il default e garantisce che gli Usa non rivivano una crisi analaga nei prossimi 8-12 mesi.

Il senato, guidato dai democratici, si aspetta che venga varato un accordo che eleva il tetto del debito e tagli per circa 2.400 miliardi dollari dal deficit nel prossimo decennio.

Ma potrebbe dover affrontare l'opposizione più dura alla Camera dei Rappresentanti, dove sia i conservatori sia i liberali hanno espresso insoddisfazione per l'accordo.

Repubblicani e Democratici discuteranno l'accordo oggi nella mattinata Usa. Poi, per primo, voterà il Senato e successivamente la Camera.

Mentre l'accordo arriva giusto in tempo per evitare un default catastrofico, Washington e gli investitori lo analizzano attentamente per vedere se esso sia sufficiente a convincere le agenzie di rating a lasciare la valutazione degli Stati Uniti nell'ambito della Tripla A.

Standard & Poor è stata la più dura delle agenzie di rating avvertendo che un downgrade è possibile se gli Stati Uniti non riusciranno a trovare un accordo su un programma a lungo termine per la riduzione del deficit. Quindi tutti gli occhi saranno puntati questa settimana sulle agenzie di rating.

I mercati finanziari in Asia hanno mostrato segni di sollievo dopo l'annuncio con borse e dollaro in rialzo e mentre l'oro è in calo per il venir meno del suo ruolo di investimento rifugio.

Tuttavia gli investitori sono ancora cauti in quanto l'accordo deve essere ancora votato e per via della possibilità ancora aperta di un downgrade.

"Un downgrade è ancora un rischio significativo nei prossimi mesi e per il resto del 2011" ha detto Anthony Valeri, strategist del reddito fisso a LPL Financial. "Le agenzie di rating potrebbero ritenere che questo piano non sia sufficiente a ridurre il deficit e rimane qualche rischio per l'attuazione delle varie fasi di questo accordo preliminare."

'Fare La Cosa Giusta'

Il piano prevede un processo in due fasi per la riduzione del deficit degli Stati Uniti. La prima fase vede tagli alla spesa per circa 900 miliardi di dollari nei prossimi dieci anni e altri 1.500 miliardi di dollari di risparmi devono essere trovati da una speciale commissione del Congresso entro il 23 dicembre prossimo, secondo l'accordo.

I repubblicani avevano insistito per profondi tagli alla spesa prima di prendere in considerazione l'aumento del tetto del debito.

Dopo settimane di impasse e con il risultato finale imperniato sul sostegno di parlamentari recalcitranti, Obama ha messo sotto pressione il Congresso perchè si giungesse a un accordo.

"Voglio sollecitare i membri di entrambe le parti a fare la cosa giusta e sostenere questo accordo con il vostro voto nei prossimi giorni" ha detto Obama in un discorso televisivo alla Casa Bianca nella notte di domenica.

Ma Obama, come i leader del Congresso, ha osservato che non è l'accordo che avrebbe preferito, bensì un compromesso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below