Cdp, Fondo strategico avrà dotazione fino a 7 mld - Gorno

giovedì 28 luglio 2011 19:10
 

ROMA, 28 luglio (Reuters) - Avrà una dotazione "fino a 7 miliardi di euro" il nuovo Fondo strategico italiano creato dalla Cassa depositi e prestiti.

Lo ha detto l'amministratore delegato della Cdp Giovanni Gorno Tempini nel corso di una conferenza stampa assieme al ministro dell'Economia, Giulio Tremonti.

"Uno strumento di mercato che interviene a sostegno dell'economia con logiche di mercato", ha detto il presidente della Cassa, Franco Bassanini, negando che la costituzione della nuova società prefiguri un ritorno massiccio dello Stato nell'economia sul modello dell'Iri.

Voluto da Tremonti, il Fondo, che parte con una dotazione iniziale di un miliardo, servirà a sostenere la crescita dimensionale delle medie imprese, che potranno così competere sui mercati internazionali.

"Questo non è un fondo di turnaround, non si occuperà di aziende in perdita ma con adeguate prospettive di crescita", ha precisato Gorno Tempini.

Il Fondo sarà operativo "entro poche settimane" e a regime la Cdp avrà una quota pari al 51%. Fintecna è in procinto di entrare con 100 milioni di euro mentre non è ancora possibile dire se, come è avvenuto nel caso del Fondo per le Pmi, saranno della partita anche i principali istituti di credito italiani.

Gorno Tempini sarà presidente, Maurizio Tamagnini (proveniente da Merryll Lynch) amministratore delegato. Il cda comprenderà Rosalba Casiraghi, consigliere di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, l'imprenditrice farmaceutica Elena Zambon e il direttore finanziario di Finmeccanica Alessandro Pansa.

Basato a Milano, i Fondo investirà nelle imprese che operano in numerosi settori: difesa, sicurezza, infrastrutture e pubblici servizi, trasporti, comunicazione, energia, assicurazioni e intermediazione finanziaria, ricerca e alta tecnologia.