Italia, se economia frena serve altra manovra - Fitch a Corsera

mercoledì 27 luglio 2011 08:21
 

MILANO, 27 luglio (Reuters) - L' Italia, il cui obiettivo di un pareggio nel 2014 è "ambizioso" ma "raggiungibile" con un "forte impegno politico", potrebbe avere bisogno di un'ulteriore manovra correttiva in caso di mancata ripresa dell'economia. Lo spiega oggi al 'Corriere della Sera' il diretttore generale per la finanza pubblica dell'agenzia di rating Fitch.

"E' ambizioso, se si pensa che sono decenni che l'Italia non ha più avuto un bilancio in pareggio... ma è raggiungibile, se c'è un forte impegno politico" ha sottolineato Riley, riferendosi all'obiettivo di arrivare al 2014 con il deficit azzerato.

Riley non esclude che potrebbe rivelarsi necessaria un'altra manovra correttiva, anche se specifica che questa eventualità non è considerata nello scenario di base di Fitch.

"Potenzialemente potrebbe essere così, non è nel nostro scenario di base, ma tutto dipende da come va l'economia" argomenta l'analista, che nota come, fino ad ora, la ripresa economica messa in conto dal governo non ci sia stata.

La manovra si basa su una stima di crescita di oltre l'1% quest'anno e il prossimo, e intorno all'1,5% dal 2013 in poi, ricorda Riley al 'Corriere'.

"Se questi ritmi di crescita non si verificassero, il governo dovrebbe pensare a nuovi interventi sulle tasse e sulla spesa per tenere la rotta del pareggio nel 2014" ammonisce l'analista.