Gemina, manovra aumenta oneri Adr di circa 100 mln al 2044

martedì 26 luglio 2011 18:20
 

ROMA, 26 luglio (Reuters) - Gemina GEMI.MI> stima in circa 100 milioni di euro tra 2011 e 2044 le maggiori imposte che la controllata Aeroporti di Roma (Adr) dovrà versare allo Stato a causa della manovra da 47,97 miliardi approvata dal Parlamento il 15 luglio scorso.

Una nota della società spiega che la stima "si basa sul piano di investimenti di circa 12 miliardi di euro allegato alla nuova bozza di convenzione che Adr ha inviato ad Enac in data 8 luglio".

Nel testo licenziato da Palazzo Chigi la manovra allungava a 100 anni il periodo di ammortamento dei beni in concessione.

Le proteste dei concessionari hanno indotto il governo a cancellare la norma.

Il testo della manovra uscito dalle Camere contiene sempre un prelievo fiscale sulle concessionarie ma distinto a seconda della diversa attività economica: le società che gestiscono autostrade e trafori si sono viste ridurre all'1% dal 5% la deducibilità del fondo di ripristino; le altre concessionarie si sono viste aumentare di 0,3 punti percentuali l'Irap.

La nota di Gemina aggiunge che l'esame dei nuovi oneri fiscali "consente di proseguire il confronto per giungere all'approvazione definitiva" della convenzione da parte di Enac.