Usa, Lagarde (Fmi) chiede intervento rapido su tetto debito

martedì 26 luglio 2011 17:09
 

New York, 26 luglio (Reuters) - Il direttore generale del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde ha chiesto agli Stati Uniti di superare al più presto lo stallo politico sul tetto del debito. Il fallimento della politica nella creazione di un consenso ampio su questo tema avrebbe gravi conseguenze nel mondo intero, ha spiegato il numero uno dell'Istituto con sede a Washington.

"Il tempo stringe, è evidente che questo problema deve essere risolto immediatamente", ha dichiarato Lagarde in un intervento al Council on Foreign Relations, un isitituto americano di Relazioni internazionali.

Christine Lagarde ha chiesto all'amministrazione Obama di mettere in piedi un programma di riduzione del deficit che sia credibile, insistendo tuttavia sui pericoli di un'azione troppo frettolosa. "Gli Stati Uniti potrebbero doversi confrontare con una nuova ripresa senza occupazione. Per questo motivo - ha spiegato Lagarde - abbiamo voluto richiamare l'attenzione sui rischi di un consolidamento di bilancio troppo veloce ricordando però l'importanza di un accordo rapido".

Un default statunitense o un abbassamento significativo del rating da parte delle agenzie internazionali costituirebbe un "evento molto molto grave" secondo il neo-direttore del Fondo. Un evento che il disaccordo tra Democratici e Repubblicani all'interno del Congresso statunitense sta rendendo sempre meno remoto.

Si rivolge anche agli Stati dell'Unione europea Christine Lagarde. Il messaggio è rafforzare il più velocemente possibile la governance europea. I problemi fiscali dei paesi della zona euro sono infatti, secondo l'ex ministro delle Finanze francese, il frutto di un processo di integrazione economica e monetaria ancora incompleta. Altro importante problema da risolvere è quello della competitivià e della crescita economica, che insieme ai debiti sovrani e alla stabilità sociale, costituisce uno dei maggiori problemi delle economie moderne.