Btp in calo, spread tocca nuovamente 300 pb dopo aste Bot e Ctz

martedì 26 luglio 2011 12:45
 

 MILANO, 26 luglio (Reuters) - Ancora una mattinata di
sofferenza per il debito italiano, con lo spread su Bund che
ritocca quota 300 punti base dopo le aste da 9 miliardi
complessivi di Bot e Ctz, che hanno mostrato un rialzo dei tassi
a carico del Tesoro sui massimi dall'autunno del 2008.
 In particolare sono stati collocati i previsti 7,5 miliardi
di Bot semestrali (su 8,8 miliardi in scadenza), con rendimento
al 2,269% - massimo da novembre 2008 - da 1,988% dell'asta di
giugno. Rendimento invece ai massimi da settembre 2008 - 4,038%
dal 3,219% - per il Ctz, assegnato per i previsti 1,5 miliardi.
 "È positivo che l'intero ammontare del collocamento sia
stato completato, con bid-to-cover sostanzialmente buoni anche
se leggermente inferiori alle ultime aste", commenta lo
strategist di Ing Aleesandro Giansanti. "In termini di
rendimento c'è stato però un bell'aumento rispetto alle ultime
aste, siamo arrivati a livelli impegnativi e questo non è
positivo per l'Italia".
 Secondo Luca Cazzulani di Unicredit "l'asta è andata bene
per il Bot a sei mesi, che ha visto un rendimento in linea con i
livelli di mercato. L'aggravio in termini di maggior costo
rispetto all'asta precedente è stato di 20 punti base e si tenga
presente che oggi la Spagna per vendere carta a sei mesi ha
pagato 25 punti più dell'Italia".
 Madrid ha collocato in tutto 2,89 miliardi di euro sulle
scadenze a tre e sei mesi con una dinamica dei rendimenti
analoga a quella italiana: i tassi sono saliti rispettivamente
all'1,899% - massimo dal 2008 - e al 2,159%.
 "Sul Ctz, invece, il rendimento è salito parecchio" aggiunge
Cazzulani, che cita come speigazione il fatto che la parte breve
della curva italiana abbia sofferto molto negli ultimi tempi e
il lancio in settimana del nuovo Btp a tre anni.
 A fine mattinata lo spread di rendimento tra Btp e Bund
decennali, su piattaforma Tradeweb IT10YT=TWEB DE10YT=TWEB,
viaggia in area 294 punti base, dopo essere salito ad un picco
di 300,4 pb nei minuti immeidatamente successivi la
comunicazione dell'esito delle aste italiane.
 Lo spread aveva chiuso ieri a 291 punti base, nuovamente sui
livelli pre-accordo sulla Grecia, salvo poi iniziare la seduta
odierna in restringimento.
 "L'asta di oggi è stata vissuta sicuramente con qualche
tensione in meno rispetto all'ultima asta dei Bot a 12 mesi.
Oggi abbiamo visto un ritorno della clientela retail, che
sicuramente è stata invogliata da rendimenti interessanti" nota
il trader di una banca italiana. "Ora l'attenzione si sposta
alle aste sui titoli lunghi. Da qui a giovedì mi aspetto una
notevolissima concessione d'asta".
 Il Tesoro colloca domani fino a un miliardo di indicizzati
decennali, ma il clou della settimana sarà appunto giovedì: in
asta andranno tra 2,5 e 3,5 miliardi del nuovo Btp triennale
luglio 2014, 2-3 miliardi del Btp settembre 2021 e tra 0,5 e un
miliardo ciscuno per il CCTeu 2018 e per CCTeu off-the-run 2015.
 
============================ 12,30 =========================

FUTURES BUND SETTEMBRE FGBLU1    128,40   (+0,14)
FUTURES BTP  SETTEMBRE FBTPU1    101,54   (-0,08)
BTP 2 ANNI (GIU 13) IT2YT=TT      96,54   (-0,64)   3,993%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT    93,60   (-0,04)   5,665%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    85,55   (-0,08)   6,154%
 
====================  SPREAD (PB) ==========================
                                          ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        29                26
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       279               275
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       292               290
- livelli minimi/massimi           274,6-299,0       264,7-293,0
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      294               291 
- livelli minimo/massimo           277,0-300,4       277,7-295,2
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       267               265
BTP 2/10 ANNI                         167,2              --  
BTP 10/30 ANNI                         48,9              48,7
 =============================================================