PUNTO 1 - Spagna, esito asta titoli 3 e 6 mesi mostra nervosismo

martedì 26 luglio 2011 14:09
 

(aggiunge dettagli, commenti analisti)

MADRID, 26 luglio (Reuters) - Il Tesoro spagnolo ha venduto un totale di 2,9 miliardi euro di titoli di Stato a breve termine con rendimenti che, nel caso della scadenza trimestrale, non si vedevano dal 2008. L'esito del collocamento mostra che resta diffuso sul mercato il timore che, nonostante gli sforzi dell'Ue per arginare la crisi del debito greco, il contagio alle altre economie della zona euro sia ancora possibile.

Sono andati all'asta 750 milioni di euro di obbligazioni a scadenza trimestrale a un rendimento medio di 1,899%, un rendimento che supera l'1,568% dell'ultima asta. Il bid-to-cover è 6,3 da 9,5 di giugno.

Venduti anche altri 2,14 miliardi di euro di titoli a scadenza semestrale. In questo caso il rendimento è salito dall'1,776% al 2,519%, il massimo dal dicembre 2010.

"Il punto più importante ancora una volta sta nel fatto che in questa asta i rendimenti sono stati molto, molto più alti... Non è una bella situazione in cui trovarsi", dice l'esperto di strategie di investimento della Momunent Securities Marc Ostwald

"Questo dimostra come il sollievo della settimana scorsa abbia avuto vita breve".

La Spagna è stata tenuta sotto stretta osservazione dal mercato in qualità di stato troppo grande per essere salvato, esattamente come l'Italia. E l'accordo per il secondo piano di aiuti alla Grecia non è bastato a distogliere l'attenzione degli investitori da questi due paesi.

Secondo gli economisti sarà difficile per la Spagna raggiungere l'obiettivo di una crescita dell'1,3% nel 2011, questo soprattutto per l'incapacità politica del governo di sinistra di tagliare la spesa pubblica e portare il deficit al 6% del Pil entro la fine dell'anno.

Secondo Matteo Regesta, strategist obbligazionario per Bnp Paribas, i rendimenti dovranno alla fine rientrare, ma non sarà un processo immediato: "Ci vuole tempo per implementare (il piano di salvataggio della Grecia) e in questo arco di tempo il mercato cercherà di raccogliere qualche punto base in più, ma con l'avvicinarsi della fase operativa, questi tassi dovranno scendere".