Usa, nessun accordo su debito, continuano le trattative

lunedì 25 luglio 2011 07:35
 

WASHINGTON, 25 luglio (Reuters) - Democratici e Repubblicani non hanno ancora trovato un accordo al Congresso sull'innalzamento del debito Usa e hanno rimandato a oggi la prosecuzione delle trattative con gli occhi puntati sulla scadenza del 2 agosto.

I membri dei due partiti non sono ancora riusciti a trovare un compromesso e hanno deciso di lavorare separatamente su due progetti distinti.

Nel corso del fine settimana il segretario al Tesoro americano Timothy Geithner ha giudciato impensabile che gli Stati Uniti non riescano a onorare i loro debiti e si è detto convinto che un accordo sarà raggiunto. In mancanza di un innalzamento del tetto del debito, oggi a 14.300 miliardi di dollari, il 2 agosto gli Stati Uniti non riuscirebbero a far fronte ad alcuni pagamenti andando in default tecnico ed esponendosi al rischio di downgrade.

I mercati azionari hanno reagito negativamente al mancato accordo, con borse asiatiche e futures Usa deboli, ma senza panic selling, nella speranza che un compromesso possa essere raggiunto entro l'inizio di agosto.