Italia spinga su riduzione debito, può fare di più-MinFin Olanda

giovedì 21 luglio 2011 10:53
 

AMSTERDAM, 21 luglio (Reuters) - Al summit dei leader della zona euro in programma oggi a Bruxelles i Paesi Bassi chiederanno all'Italia un impegno maggiore nella riduzione del debito per "allontanare l'attenzione dei mercati". E' quanto ha detto il ministro delle Finanze olandese Jan Kees de Jager in un messaggio inviato ieri al Parlamento.

La situazione debitoria dell'Italia è di "diverso ordine" rispetto a quella di Grecia, Irlanda e Portogallo, sia perchè sono state approvate misure di contenimento della spesa, sia perchè i deficit di bilancio e commerciale sono relativamente bassi, ha riconosciuto de Jager.

"Questo, tuttavia, non esclude che l'Italia possa fare di più per allontanarsi dalle attenzioni dei mercati finanziari. Spingeremo su questo punto al summit" ha detto de Jager.

I Paesi Bassi hanno stabilito che l'approvazione di un secondo pacchetto di aiuti alla Grecia avvenga solo a precise condizioni, quali "un sostanziale contributo del settore privato", un "programma di contenimento della spesa molto severo", e il coinvolgimento del Fondo monetario internazionale.

De Jager spiegherà oggi al Parlamento la posizione che il governo olandese intende tenere al vertice di Bruxelles, in cui si discuterà di un secondo bailout greco. La maggioranza del Parlamento lo scorso mese si era espresso per un ulteriore aiuto alla Grecia solo se le condizioni poste da de Jager fossero state rispettate.

(Kreijger Gilbert)